25 NOVEMBRE

GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Una ricorrenza istituzionalizzata nel 1999 e fortemente voluta dalle Nazioni Unite in ricordo dell'assassinio di Patria, Minerva e Maria Teresa Mirabal, tre sorelle della Repubblica Domenicana uccise il 25 novembre 1960 per aver combattuto il regime autoritario di Rafael Trujillo. 

Si tratta di  «una delle violazioni dei diritti umani più diffuse, persistenti e devastanti che, ad oggi, non viene denunciata, a causa dell’impunità, del silenzio, della stigmatizzazione e della vergogna che la caratterizzano» (risoluzione 54/134 dell'Onu).

Secondo l’Articolo 1 della Dichiarazione sull’Eliminazione della Violenza contro le Donne, emanata dall’Assemblea Generale nel 1993, la violenza contro le donne è «Qualsiasi atto di violenza di genere che si traduca o possa provocare danni o sofferenze fisiche, sessuali o psicologiche alle donne, comprese le minacce di tali atti, la coercizione o privazione arbitraria della libertà, sia che avvengano nella vita pubblica che in quella privata». 

Dall’inizio del 2021 le vittime di femminicidio sono state 93, di fatto una vittima ogni tre giorni. Di queste, 63 sono state vittime del partner o ex partner.